.

Quante pagine si potrebbero scrivere sulle api... ma per iniziare è bene partire da alcuni concetti quasi scontati:

  • LE API (operaie) PUNGONO!
  • LE API MANGIANO IL MIELE!
  • Tutte le api nascono LARVA ma solo una diventerà REGINA!


In uno sciame (che può raggiungere anche le 50/60 mila unità) abbiamo:

  • Ape Regina (una sola, eccezion fatta per il periodo della sciamatura).
  • Api Operaie (la quasi totalità).
  • Fuchi (il maschio dell'ape, in numero molto minore rispetto alle api operaie).

 

Ape ReginaL'Ape Regina coordina i ritmi della famiglia.
E' più grossa e lunga rispetto alle api operaie e ai fuchi.
E' l'unica ape fertile della famiglia e si accoppia una sola volta nell'arco della sua vita durante il cosiddetto volo nuziale.
Nasce da un comune uovo nutrito con pappa reale passa le giornate a deporre uova.
Durante la stagione della sciamatura, nei mesi di marzo e aprile, nell'alveare possono nascere altre regine.
Questo evento comporta la famigerata ,e spesso temuta, SCIAMATURA: l'ape regina vecchia abbandona l'arnia portandosi con sè metà famiglia.
In condizioni favorevoli vive anche fino a 5 anni e viene "marcata" sulla schiena dall'apicoltore con un bollino colorato che ne determina l'anno di nascita.

 

Api OperaieLe Api Operaie sono la manovalanza (gratuita) dello sciame.
La larva nasce dopo tre giorni da un uovo fecondato, deposto dalla regina in una celletta dell'arnia, è nutrita inizialmente con pappa reale e dopo con polline e miele.
Le Api Operaie si trasformano da larva ad insetto dal 12° giorno in poi per poi uscire dalla cella il 21° giorno.

Durante la sua breve ma intensa vita svolge innumerevoli mansioni: pulisce l'arnia, si prende cura e nutre le larve in fase di sviluppo, alimenta e protegge la regina, costruisce favi e produce cera, sorveglia l'ingresso dell'arnia, raccoglie propoli, acqua, nettare e polline.
All'occorrenza riscalda o raffredda l'arnia.

Ma soprattutto (e per fortuna) trova il tempo anche per produrre miele!

FucoI fuchi nascono da un uovo non fecondato e sono più grossi di un'ape operaia ma più piccoli della regina.

Sono presenti nello sciame in 2/3 mila unità (il numero cala drasticamente con il passare della stagione).
Il loro unico compito è di fecondare la regina durante il "volo nuziale"; non partecipano attivamente ai lavori della famiglia (addirittura devono essere nutriti).
Non sono provvisti di pungiglione (a differenza della regina e delle operaie).